RSS

Associazione Polisportiva Dilettantistica Palazzolese - sede in Palazzolo sull'Oglio (BS)

Archive

Jun
13th
Mon
permalink

ANGOLO DI MACHO SPECIAL EDITION

Ciao a tutti e ben ritrovati per questo nuovo appuntamento con la nostra
rubrica che chiude, di fatto, una stagione indimenticabile!
Quest’ultimo articolo celebrerà degnamente tutti i protagonisti di
quest’annata meravigliosa, fatta di splendidi momenti ed emozioni incredibili fino al culmine di una promozione strameritata ed ottenuta nella maniera più bella, vincendo tutte le partite (o quasi…). Rispettando disciplinatamente la cabala (si sa…non bisogna rompere certi equilibri in vista del prossimo campionato…) abbiamo puntualmente perso l’ultima partita, ovviamente insignificante, ovviamente l’ultima del girone di ritorno, ovviamente contro la stessa squadra e ovviamente nello stesso posto e alla stessa ora… aggiungiamoci anche che era la loro festa….siamo stati veramente bravi ed abbiamo fatto il nostro dovere per non “rompere le uova nel paniere”. Scherzi a parte nessuno vuole mai perdere, però in questo caso specifico si è trattato di una sconfitta annunciata perchè, a ranghi ridotti e senza stimoli, è dura mettere in campo la grinta e la cattiveria necessarie per fare risultato in casa dei nostri avversari, soprattutto di “questi” avversari; quel Prealpino che comunque, per… SECONDO (lontano sei punti…)…. è stato promosso in serie D con noi. La partita è stata oltremodo intensa, di fatto senza stress agonistico e ansia da risultato ma giocata lo stesso con voglia e caparbietà, a cornice di una bella serata con tantissima gente in palestra ed atmosfera coinvolgente; serata che poi si è conclusa con “POLLETTO” d’ordinanza e birra a
fiumi in un locale vicino, sempre chiaramente per mantenere fede ad una
tradizione consolidata negli anni.
Partita che chiude un’annata straordinaria fatta di mille momenti
indimenticabili ma… festeggiamenti finiti (forse…) e la mente è già
proiettata alla prossima stagione; qui la società si è già mossa sul mercato e nel mirino sono finiti tre elementi “esperti” (di cui non svelo l’identità per
evitare “blitz” di altre squadre…) che sicuramente contribuiranno ad alzare
il tasso tecnico della squadra e completeranno una rosa già forte per
affrontare una serie D senza troppi “pensieri”. Tornando ora ai bilanci di fine anno, veniamo ad analizzare un pó di “numeri” dei singoli protagonisti, in questa classifica dei “TOP” stagionali, che a qualcuno sta particolarmente a cuore…

- Miglior REALIZZATORE : 1. Marco BELLINI 287 punti 2. Marco PASTI 259 3. DANI Merolà 238

- Miglior MURO : 1. Alfredo TEZZU 53 2. MICHI Pagani 34 3. Marco PASTI 33

- Miglior BATTITORE: 1. DANI Merolà 22 aces 2. MICHI Pagani 15 / Marco
BELLINI 15 3. Alfredo TEZZU 14

- Miglior RICEZIONE: GIO CREMASCHINI 63% di perfette

- Miglior ATTACCO: ALFREDO TEZZU 68%

Ed ecco le “temutissime” pagelle di fine anno secondo il mio modestissimo
parere:

PALLEGGIATORI:

MICHELE PAGANI “MICHI” 22 (CAP): voto 8,5 [ragazzo squisito e mente pensante
della squadra, dopo un inizio con il freno a mano tirato, nonostante il
discreto rendimento e la serie infinita di vittorie, è cresciuto notevolmente
nella seconda parte della stagione, finendo per dare il meglio di sè nei
playoff trascinando i compagni con autorità nei momenti chiave e gestendo con lucidità e la giusta malizia le situazioni complicate]

FILIPPO ZUGNI “PIPPO” 23: voto 7 [all’ombra del Capitano che gli faceva da
chioccia non ha avuto particolari occasioni per mettersi in luce ma,
soprattutto nelle ultime partite, si è ritagliato uno spazio importante ed ha
fatto chiaramente intravedere il suo enorme potenziale in prospettiva, pronto ad esplodere a dispetto dei suoi 19 anni appena compiuti]

CENTRALI:

ALFREDO MOIANA “TEZZU” 13: voto 9 [inizio scoppiettante della stagione che conferma in pieno le aspettative dopo il suo arrivo nel mercato estivo, ha subito un piccolo appannamento causato da acciacchi alle ginocchia nella parte centrale per poi finire in crescendo; una “sentenza” il suo primo tempo, ottimo a muro ed insidiosissimo anche al servizio, in assoluto uno dei punti di forza della squadra]

ANDREA RUZZIER “RUZZI” 8: voto 8 [il “cittadino” si è subito inserito nel
gruppo fornendo un rendimento non eccelso ma molto costante; dopo qualche difficoltà d’intesa con i palleggiatori è cresciuto molto con il passare del tempo ritagliandosi un posto da titolare che non ha più mollato. Bene nei fondamentali di muro ed attacco, non “vistoso” ma letale come il morso di un cobra]

VITTORIO FRANCHI “VITO” 2: voto 8 [a mio parere, dei tre centrali è il più
forte a muro; gioca meno degli altri due perchè paga un attimino “il ritmo” a questi livelli ma è il numero uno della squadra per impegno e costanza negli allenamenti; prontissimo e molto spesso decisivo quando viene chiamato in causa, poi ripeto, la sua “presenza” li davanti si sente eccome]

OPPOSTI:

MARCO LIANTONIO “PASTI” 14: voto 9,5 [il vero “martello demolitore”, colui che ha disintegrato qualsiasi cosa osava mettersi sul suo cammino; è l’artefice ed il punto di riferimeto principale in attacco di tutta la prima parte della stagione caricandosi sulle spalle la squadra e trascinandola nel filotto iniziale di vittorie; doveroso calo fisico nella parte finale, causato anche dalla “febbre” che non lo abbandonava più, ha lasciato il palcoscenico ai compagni per poi riprendersi e finire come aveva iniziato: picchiando forte!
Fondamentale!]

MARCELLO MARTINELLI “CELLO” 11: voto 7 [arrivato in punta di piedi e con
prospettive di impiego part-time solo per preparare al meglio la stagione sulla sabbia, dovendo convivere anche con il problema cronico al ginocchio, ha smentito tutti risultando assolutamente decisivo in due delle partite più importanti del campionato, contro Promovolley e Prealpino, dando tutto quello che aveva con una voglia ed una determinazione encomiabili, un uomo “spogliatoio” preziosissimo]

BANDE:

DANIELE MEROLA “DANI” 1: voto 9,5 [il “personaggio” per eccellenza con tutti i suoi eccessi, il vero “brasiliano” del gruppo, contagioso per entusiasmo e spirito di corpo collante essenziale tra campo e spogliatoio; inizia lento con piccole difficoltà d’intesa sulla velocità della palla in attacco ma presto vengono risolte, ha fatto valere la sua esperienza nelle categorie superiori erigendosi a riferimento costante per ogni compagno in campo, sempre pronto a dispensare un consiglio o una parola d’incoraggiamento in un momento di difficoltà; subisce una flessione causa “saudade” invernale per poi ri-esplodere nella tarda primavera tracciando la via che porta dritta alla promozione: trascinatore e vero leader del gruppo]

MARCO BELLINI “MARCHINO” 3: voto 9 [potenzialemente è nettamente il giocatore più forte in rosa, quello che potrebbe fare la differenza non qui ma in ben altra categoria; detto questo la sua stagione è iniziata in sordina con prestazioni che passavano da buone a pessime in un batter di ciglia; quando si è autoconvinto di come “funzionava” il discorso, il “top” raggiunto diciamo a cavallo degli ultimi due mesi, ha iniziato a “far male” veramente (risultando alla fine il top scorer), inanellando giocate che facevano rimanere tutti a bocca aperta; senza dubbio il giocatore “chiave” nei play-off dove è risultato assolutamente immarcabile e dove ha finalmente espresso tutto il suo eccezionale strapotere fisico]

ROBERTO CADEO “IL BULGARO” 4: voto 7,5 [partito molto bene all’inizio con ottime prestazioni e facendo valere tutta la sua esperienza e la sua varietà di colpi, ha solo una piccola “colpa”, giocare insieme a due bande più forti di lui; potenzialmente titolare in molte delle squadre di questo campionato ha scelto di rimanere nel gruppo pur sapendo di avere uno spazio limitato ma sicuramente quando è stato chiamato in campo ha sempre risposto “presente”; stagione positiva la sua e decisamente un altro “uomo spogliatoio” fondamentale con la sua simpatia contagiosa.]

STEFANO SANGALETTI “SANGA” 6: voto 7,5 [da giovane promessa a miglior “settimo uomo” del campionato; basterebbe questa come definizione per inquadrare il 18enne “con gli attributi”, sempre prontissimo quando chiamato in causa, in battuta, in difesa, per dare sicurezza alla ricezione o per una variabile in attacco, uomo ovunque e capace di fare tutto e bene a dispetto della giovane età; insomma il giocatore che qualsiasi allenatore vorrebbe avere]

LIBERO:

GIOVANNI CREMASCHINI “GIO” 7: voto 8,5 [il più “vecchio” del gruppo ma solo sulla carta d’identità, ottimo ricettore naturale e grande senso della
posizione in difesa, nonostante il fisico non sia più “tirato” come gli anni
belli, guida con sicurezza tutto il reparto “arretrato” sistemando con la
calma dei forti tutte quelle situazioni da “ansia” che capitano agli elementi
più giovani; elemento importante e punto di riferimento in campo e fuori]

ALBERTO ZILIOLI “ZIO” 30: voto 7: [sulla carta stagione da “panchinaro” fisso, si aspettava di vedere poco il campo ma ha saputo trasformare questa situazione in energia positiva quando è stato chiamato in causa, reagendo con maturità nonostante i 20 anni e facendosi notare con difese strepitose, da applausi; il momento “giusto” è coinciso con un mese importante tra la fine della stagione regolare e l’inizio dei playoff, dove si è ritrovato titolare e gettato nella mischia, ha risposto sul campo con prestazioni convincenti conquistando la fiducia di tutti i compagni]

CAPITOLO “UNDER”:

Piccola vetrina per questi cinque ragazzi: LEONARDO PEZZOTTI “LEO” - FRANCESCO VESCIA “FRANZ” - STEFANO VEZZOLI - ANDREA MANENTI - DAVIDE UBERTI; anche loro meritano una lode in quanto hanno tutti contribuito, sia in allenamento sia in piccoli spicchi di partita, alla riuscita di questo progetto, sempre pronti e disponibili in ogni momento, veramente tanti complimenti, continuate così che il futuro è vostro!!!]

ALLENATORI:

Primo allenatore: MASSIMO MARELLA “MAX”
Secondo allenatore: SIMONE MARINI “IL TOSCANO”
Vero allenatore: MASSIMO MAESTRI “MACHO”

Voto: 9,5
[qui il giudizio è un pò di parte ma…: la “TRIADE” in primo luogo ha
lavorato e tanto e bene sul mercato durante tutta l’estate per allestire una
squadra competitiva che potesse ambire a traguardi importanti; dopodichè ha saputo gestire nel migliore dei modi il potenziale a disposizione traghettando la squadra nel raggiungere il traguardo prefissato gestendo nel miglior modo possibile le energie psico-fisiche a disposizione. Tre elementi si, con i loro bei caratterini…e le loro “fisse”…che però hanno svolto un lavoro sempre fatto con il massimo rispetto gli uni degli altri e con ognuno “titolare” di un ruolo ben definito che, amalgamati, hanno creato una realtà… indiscutibilmente… vincente!!!]

SOCIETA’:

A partire dal PRESIDENTE (CESARE MARELLA) in poi (TIZIANO, CARLA etc.etc…..)
VOTO 10
[senza il lavoro enorme “dietro le quinte”, passatemi il termine, tutto questo non sarebbe stato nemmeno immaginabile, quindi il massimo dei voti che deve avere anche la funzione di “stimolo” a continuare su questa strada anche per gli anni a venire, bravi tutti!!!]

Ora Vi saluto e Vi do appuntamento alla prossima stagione…CIAO e BUONA
ESTATE A TUTTI!!!!

Macho

May
30th
Mon
permalink

L’ANGOLO di MACHO 30.05.2011

Ciao a tutti e ben ritrovati per il nostro consueto appuntamento settimanale.
Da dove comincio? Forse dal fatto che abbiamo vinto di nuovo? Si ok però a
questo punto rischio seriamente di annoiare i miei fedeli lettori, sono
ripetitivo, quasi banale…vinciamo sempre…che palle….
Chiaramente si scherza anche perchè quella di venerdì sera è stata veramente
una partita al cardiopalma e nonostante per noi contasse pochissimo, abbiamo
voluto vincerla a tutti i costi per ribadire ancora una volta che quest’anno
non ce nè per nessuno. Privi di quattro elementi importanti (in “vacanza”
premio a Bibione per il famoso torneo di Beach Volley che, come di consueto,
apre la stagione sulla sabbia) ci siamo presentati a Villanuova sotto un epico
nubifragio, al cospetto di una signora squadra impegnatissima nella corsa al
secondo posto del girone che vale la serie D.  Ambiente molto carico e
avversari visibilmente in “canna”, desiderosi di battere finalmente la
capolista; lo si capiva benissimo dalla grinta con cui Capitan Cavagnini
spronava i suoi fin dal riscaldamento incitandoli a gran voce e sottolineando
gli ultimi aspetti tecnico-tattici sul come affrontare la partita. Detto delle
numerose assenze, a completare la rosa la Triade ha convocato alcuni elementi
dell’Under 16 che ben si sono comportati quest’anno e sicuramente sono in grado
di contribuire alla causa in qualsiasi momento; alla luce di tutto ciò mister
Marella decide di affidarsi a questo sestetto: PIPPO in regia con ROBY “il
Bulgaro” spostato fuorimano, TEZZU e RUZZI al centro, Marco BELLINI e SANGA in
banda ed il GIO libero.  La poca attitudine al campo di metà del sestetto fa si
che la partita inizi in salita, con sprazi di bel gioco ma anche errori
importanti, troppi; i nostri avversari prendono  costantemente dei break di
vantaggio fino a scappare decisi sul finale del set che si conclude 25-15
nonostante comunque sia lottato e duri la bellezza di 25 minuti. Riordinato le
idee, il secondo parziale inizia in maniera molto diversa con la nostra squadra
che pian piano comincia a trovare i giusti automatismi e gli attaccanti riscono
finalmente ad incidere; “il Bulgaro” non è più solo a sostenere il  peso
offensivo (buona prova la sua “da Capitano” 15 punti e fatti spesso nei momenti
importanti)  ma viene affiancato finalmente dal BELLINI, fin qui leggermente
"assonnato" e dal SANGA che pian piano prende le misure al muro avversario. Il
parziale scivola via punto a punto e nessuna delle due squadre riesce a
prevalere sull’altra con il livello agonistico che si alza notevolmente. Nel
momento decisivo PIPPO (positiva la sua prova e “pesante” a muro come al
solito) si ricorda di avere anche dei centrali e sono proprio due azioni
decisive di RUZZI (muro e primo tempo) a chiudere il secondo set sul 24-26 in
nostro favore. Ristabilita la parità siamo ampiamente in partita ed anche la
nostra condizione atletica è invidiabile nonostante il caldo; condizione che
anche nel terzo set fa si che la musica non cambi, con l’equilibrio che la fa
da padrone con nessuna delle due squadre  disposta a mollare. Parziale che si
conclude naturalmente ai vantaggi con due piccoli “gialli” nel finale: 24-23
per i nostri avversari con SANGA (tonico,  13 punti e “cattivo” al punto
giusto) che di forza annulla il set point; ROBY va in battuta e facciamo il
punto del 24-25 ma…fermi tutti! sanguinoso errore di formazione e si inverte
il tutto: 25-24 Villanuova; palla dopo… ricezione leggermente abbondante del
GIO che PIPPO, in massima estensione, chiude magistralmente con un delizioso
"tocco" di seconda e impattiamo a 25.. Si….peccato che fosse in SECONDA
LINEA…ma tranne il sottoscritto ed il GIO stesso nessuno se ne accorge…;
azione successiva buona rice ed il BELLINI (ad un certo punto gli sono “girate”
e sappiamo bene come va a finire…) “uccide” il libero avversario con una
diagonale stretta da paura e vantaggio nostro 25-26 subito seguito da una lunga
azione che si chiude con un’attacco out dei nostri avversari che ci consente di
chiudere il set 25-27 e portarci sul 2-1 nel tripudio generale.  Molte le
energie nervose spese e la fatica comincia a farsi sentire con il quarto che
inizia con il fiatone da entrambe le parti; qui esce la forza del nostro gruppo
con tutta la panchina che gradualmente entra in campo, compresi i “ragazzini
terribili” STEFANO (fantastico per tecnica e visione di gioco), ANDREA (grinta
da vendere) e DAVIDE (ma quanto la prendi alta???) tutti dentro al servizio e
autori di 3 aces e giocate importantissime, con una tranquillità da veterani
nei minuti in campo (cosa non da poco per ragazzini di 14 e 15 anni!!!).
Particolari che alla lunga hanno fatto la differenza nonostante il buon
Cavagnini sia stato l’ultimo a mollare con attacchi rabbiosi sia da prima che
seconda linea, l’ultimo dei quali (quello della resa) FOTOGRAFATO con gli
effetti speciali dal VITO con un muro da cineteca che di fatto a posto la
parola fine alla partita ed alle residue speranze dei ragazzi Valsabbini. Di
fatto…. anche se in realtà la partita si è chiusa con un altro momento di
"suspance":  sul 24-23 per noi,  il Villanuova riconquista la palla e si porta
24 pari ma….fermi tutti!!! lo sportivissimo segnapunti indica un probabile
errore di formazione dei nostri avversari;  l’arbitro scende per controllare e
ci sono attimi di attesa che appaiono interminabili con i ragazzi immobili in
"posizione-esultanza" in mezzo al campo, fino a che si ufficializza il tutto ed
fischio finale da il via all’ennesima SAMBA…..23-25 e 1-3!. Veramente bravi a
non mollare mai nei momenti di difficoltà e a far prevalere sempre e comunque
la voglia di vincere, soprattutto in chi ha giocato meno quest’anno……che
spirito… che grinta….che squadra!!!.
Ora appuntamento venerdì 3 giugno ore 21.00 al palasport di via Levadello con
l’ultima partita in casa contro i CAMPIONI DI SIMPATIA del Promovolley (ah…
Vi ricordate vero che all’andata ci hanno detto che…bla bla bla… da noi
giocavano meglio e bla bla bla… ci facevano il C…    …QUINDI….),  per
celebrare degnamente questa meravigliosa annata con rinfresco finale per
l’ennesima festa. Vi aspettiamo numerosi!!! Ciao ed alla prossima.

Macho

May
23rd
Mon
permalink

Angolo di Macho 23.05.2011

L’ANGOLO di MACHO 23.05.2011


SERIE D!!!!  SERIE D!!! SERIE D!!!!  sale alto l’urlo dei tifosi che ha fatto
tremare il palazzetto nel dopopartita di venerdì!!! attimi splendidi e
sensazioni molto intense…da ricordare… perchè sono il segno tangibile che
abbiamo fatto qualcosa di veramente importante e soprattutto meritato. Si,
certo, tutti noi pensavamo ormai che la promozione fosse solo una piccola
formallità visto che è tutto l’anno che dimostriamo di essere nettamente la
squadra più forte ma, si sa, che quando metti in terra l’ultimo pallone, quello
che ti da la matematica certezza…si hanno sempre delle emozioni uniche….
quasi liberatorie…scariche intensissime che ti rimangono dentro per molto
tempo. Erano ben 13 anni  che la società aspettava un momento del genere, un
gradito e meritato ritorno nella pallavolo che conta, suo terreno naturale
peraltro,  visti i gloriosi trascorsi del passato; ritorno ottenuto in modo
imperioso ma mai diseducativo,  fair play sempre esemplare e portato avanti da
un gruppo di ragazzi unito in modo speciale che ben incorpora tutte quelle
caratteristiche di sportività, lealtà e valori morali che un gioco di squadra
come il nostro deve avere sempre presenti come priorità.  Caratteristiche
importanti che in  questo gruppo si sono subito notate e immediatamente si è
capito che si stava costruendo qualcosa di veramente speciale; un esempio su
tutti: la bellissima festa di Natale con il palazzetto esaurito in ogni ordine
di posti e decine e decine di bambini del minivolley che giocavano spensierati
e si interfacciavano perfettamente con tutti i nostri “campioni” , bravissimi a
prestarsi e a farla sembrare la cosa più naturale del mondo…momenti che
valgono certamente di più di una palla chiusa nei tre metri o di una difesa
strepitosa; gesti fondamentali che fanno crescere tutto il movimento con
soddisfazioni impagabili, come  quando, quegli stessi bambini erano in tribuna
venerdì a gridare a squarciagola i nomi dei loro idoli!!! dei loro esempi da
imitare!!! bellissime cose che fanno veramente bene allo spirito!!!
Comunque ripartiamo proprio da qui…da quei cori che hanno accompagnato e
spinto i nostri ragazzi dall’inizio alla fine nella partita decisiva. In un
palazzetto stracolmo, ambiente “caldissimo” con colonnina del mercurio che
diceva 33°, atmosfera sicuramente da grande occasione, perfetta per preparare
una splendida festa. Piccolo particolare…bisogna prima battere il Manerba…
che di certo non è venuto fino a Palazzolo in gita turistica e anzi, si gioca
tutte le ultime carte per tentare un disperato aggancio al treno promozione.
Mister Marella ha finalmente tutta la rosa disponibile e quindi ha solo
l’imbarazzo della scelta; decide di affidarsi al sestetto che nel corso
dell’anno si è dimostrato più affidabile e schiera MIKE-PASTI in diagonale,
TEZZU E RUZZI al centro, il DANI e Marco BELLINI in banda ed il GIO libero. La
partita inizia con particolare tensione vista la posta in palio, con gioco
spezzettato e poco spettacolare, qualche buona azione ma anche errori ripetuti
in modo per noi inusuale: primo set che rimane comunque in equilibrio fino al
18-18,  poi i ragazzi decidono di accelerare e chiuderlo per 25-20 con consueta
autorità mettendo subito le cose in chiaro con i ragazzi gardesani. Vinto il
primo set, quello generalmente più “complicato” psicologicamente, ci saremmo
aspettati un calo da parte dei nostri avversari, come del resto è avvenuto
nella partita di andata ed invece loro sono stati bravi a non mollare mai,
tenendo botta fino alla fine ed a giocarsela per intero la loro partita.
Infatti l’equilibrio regna sovrano anche nel secondo set:  8-8, 14-14, 19-18 
fino ad arrivare al solito punto “di rottura” nel quale in quasi tutte la
partite importanti noi mettiamo sul piatto quel qualcosa in più che ci ha
sempre permesso di vincere qualsiasi resistenza; ed eccoci puntuali a chiudere
il set  per 25-22 con un potente diagonale del DANI con palla chiamata a gran
voce… “palla a Ruzzi un c.zzo… dammelaaaaa….  ;-) ”  (comunque altra
prova maiuscola del funambolico schiacciatore “brasiliano-franciacortino”
leader indiscusso di questo gruppo… così mi faccio perdonare…)
perfettamente smarcato da Capitan MICHI (rendimento cresciuto esponenzialmente
nelle ultime settimane, preciso e attento anche stasera). Il terzo set, seppur
lottato (25-20), è stato una lenta attesa ed un crescere di emozioni  fino a
giungere all’ultimo punto liberatorio, quello della serie “D”, portato a
compimento non a caso con due dei nostri “giovanissimi” in campo, a riprova che
quest’anno la vera forza è stata la compattezza del gruppo. Quella fatidica
“ultima palla” che è stata messa a terra dal BELLINI (mostruoso a dir poco il
suo ultimo mese….) in un modo a dir poco “curioso” e comunque ha dato il via
alla festa con tanto di “SAMBA” a tutto volume;  gente che ballava sugli spalti
nella “torcida” impazzita….sciarpe…bandiere…striscioni celebrativi….
trombe….cascate di spumante… per iniziare al meglio una lunga nottata…
tutto documentato al meglio dall’occhio attento delle telecamere . Rigorosa e
tradizionale doccia gelata, ovviamemente “vestiti”, per i componenti della
TRIADE e… tornando a Marchino… non si può omettere l’operazione di  
“TOSATURA” della sua lunga chioma consumata negli spogliatoi, da tempo
programmata ed eseguita dalle mani esperte del buon TEZZU,  con tanto di
filmato, il tutto chiaramente finito su facebook quasi in tempo reale…
Dopo il lungo post-partita al palazzetto, i ragazzi si sono poi ritrovati in
pizzeria  per cenare nel tradizionale locale di tutti i trionfi, con indossato
l’esclusiva maglietta celebrativa  ”NAPA Clothing” (poi Mike ci accordiamo per
la pubblicità giusto?) con tanto di “ELICOTTERO e D” sul petto e sul retro
rigorosa bandiera brasiliana con descritto il “SAMBA VOLLEY TOUR 2010-2011”
completo di  tutte le tappe ed i protagonisti della cavalcata trionfale.  La
serata è poi proseguita nei locali della “movida” sul lago d’Iseo, con
“cocktails” che la facevano da padroni (tanto per ribadire il concetto…) foto
di rito e cori d’ordinanza. Finita qui? Niente affatto! Il gran finale è stato
consumato alla” DISPENSA PANI E VINI”  via Principe Umberto - 25030 Torbiato di
Adro (BS) tel. 030.7450757 “ambiente ideale per tutte le vostre occasioni
speciali” è gradita la prenotazione…(Merolà… din din din  €€€…vedi
sopra….), il locale del DANI, con Magnum di “bollicine” di qualità che
sgorgavano copiose dai calici sempre più alzati al cielo. Proseguendo…mmm…
ci sarebbero anche altri fatti di cronaca ed episodi diciamo… ehm…
“curiosi” da descrivere… ma  come si può ben immaginare…la censura mi
impone il silenzio….
Ora però godiamoci la meritata festa (che dura quasi da tre giorni….perchè
mica ci siamo fermati al venerdì notte…) e prevede diverse “tappe” fino ad
arrivare al 10 giugno per chiudere in bellezza la stagione; non dimentichiamoci
però che vogliamo chiudere al primo posto assoluto questa bella avventura.
Chiaro il messaggio vero?
Ciao a tutti e alla prossima!!!
Macho

May
16th
Mon
permalink

ANGOLO DI MACHO 16.05.2011

E’ stata durissima ma ce l’abbiamo fatta, missione compiuta! è proprio il caso di dirlo poichè sudando certo di più delle proverbiali sette camicie, siamo tornati dall’insidiosissima trasferta di Sirmione con i tre punti che volevamo per mettere (quasi) la parola fine al discorso promozione. Qualcuno potrà obbiettare sul concetto di “insidiosissima trasferta” dato che giocavamo contro l’ultima in classifica ma… siccome eravamo in formazione largamente rimaneggiata ogni piccolo dettaglio poteva rivelarsi un potenziale pericolo e comunque io non mi sono mai fidato dell’orgoglio dei “leoni” del Rovizza, sopprattutto se giocano in casa dove sono sempre pronti a vendere cara la pelle. Viste le numerose assenze la rosa viene integrata con due giovani del vivaio, i promettentissimi Leonardo “LEO” Pezzotti e Francesco “FRANZ” Vescia, pronti all’occorrenza a contribuire alla causa. Dopo un’attento esame della situazione “assenti” (che si riassume brevemente così: DANI stiramento, PASTI virus, ROBY affaticamento muscolare) e dei “presenti si ma…” (CELLO solito ginocchio, RUZZI intestino “fragile” , TEZZU arrivato in extremis x lavoro) la Triade in camera di consiglio decide di deliberare questa formazione iniziale: diagonale MICHI-LEO (al debutto) VITO-TEZZU al centro, SANGA e Marco BELLINI in banda e lo ZIO libero (con scelta obbligata del GIO a referto come banda). Con tutte questa premesse un pò di tensione era fisiologica ed infatti la partita inizia molto combattuta, piena zeppa però di errori grossolani che rendono spezzettato il gioco e non ci fanno prendere ritmo (cosa peraltro quasi scontata vista la non abitudine al campo di metà del sestetto). Il set resta comunque sempre in equilibrio ma gli errori la fanno sempre da padroni (saranno bel 16 alla fine del parziale ed addirittura 49 a fine gara!) con Capitan MICHI che, privo di due dei suoi riferimenti in attacco, sposta quasi tutto il gioco sul BELLINI e sul TEZZU, gli unici al momento che riescono a mettere palla a terra. LEO ha un buon impatto, sbaglia poco ma non ha certo la fisicità e la potenza dell’opposto classico e quindi fatica parecchio in attacco; il SANGA in serata no viene presto sostituito dal GIO che, con la sua esperienza, riesce a dare un imput positivo alla squadra, sopprattutto dietro e le cose ricominciano pian piano a funzionare. Il tutto però non basta ed il set si conclude 26-24 per i nostri avversari, chiuso dall’ennesimo errore in attacco. Sotto 0-1 e con la squadra rimaneggiata la “paura” poteva prendere il sopravvento, ma non quest’anno! il secondo parziale ci vede finalmente ritrovare noi stessi e la “SAMBA” comincia a fare capolino anche a Sirmione e gli avversari danno l’impressione di aver compiuto il loro massimo sforzo nel primo set; 25-15 per noi senza storia e 1-1. Rinfrancati nel morale e ritrovato il gioco sembra che il peggio sia passato ma purtroppo non è così, visto che il terzo set è un susseguirsi di emozioni forti non certo adatto ai deboli di cuore… . Entra il CELLO per cercare di dare maggior peso in attacco (ma è subito evidente che non è al top) ma comunque partiamo forte (4-1) e sembra tutto relativamente tranquillo; poi… i soliti errori complicano parecchio la vita e costringono Mister Marella a rimescolare nuovamente le carte rischiando anche RUZZI dopo un time out “infuocato”. Si continua in una lotta serrata che si trascina fino in fondo al set e… grazie all’ennesimo pallone messo a terra da Marchino BELLINI (qualche errore si ma… 27 finali per lui col 54% su ben 49 palloni attaccati!) e ad per un grossolano errore dei nostri avversari, riusciamo a portarlo a casa per 27-25 tirando un ENORME sospiro di sollievo. Scampato pericolo che si rivela fatale anche per il Rovizza che cede di schianto nel quarto parziale e ci permette di dormire sonni più tranquilli, con il TEZZU che continua a martellare dal centro con qualsiasi tipo di “muro” a 1.. 2.. o 3.. non fa differenza (picco stagionale: 19 punti con 71% e ben 6 muri…) con passerella finale a PIPPO (pochi punti ma subito chiara la sua firma nel velocizzare il gioco della squadra) e nuovamente al SANGA per chiudere in scioltezza 25-16. Si capisce anche dall’esultanza finale molto “soft” che la squadra non è stata brillantissima ed ha speso moltissime energie psico-fisiche in questo match, ma d’altra parte a questo punto della stagione, ci prendiamo i tre punti e tiriamo dritto in attesa della “PARTITA” di venerdì col Manerba, che tutti stiamo aspettando. Eh già…. Venerdì 20… ore 21.00….Palasport di via Levadello…Palazzolo S/O…. la SAMBA VOLLEY production è desiderosa di invitarVI alla: “PARTITA DECISIVA” per spingere i nostri ragazzi alla conquista della promozione serie D!!! Obbligatorio portare chiunque!!!! Ora vi saluto e mi raccomando…tutti presenti!!! Ciao e alla prossima

May
9th
Mon
permalink

L’ANGOLO di MACHO 09.05.2011

Fantastici!!! assolutamente fantastici!!! ennesimo trionfo dei nostri ragazzi,
conquistato con il cuore e la caparbietà, dimostrando, ancora una volta, di
essere una grandissima squadra. Si tutto vero, abbiamo raggiunto una forza
mentale che ci permette di superare qualsiasi ostacolo e venerdì direi che
qualche grattacapo c’è stato di sicuro ma… prontamente ne usciamo sempre e
comunque, trovando risorse ed energie nascoste che ci permettono di raggiungere
il nostro unico obiettivo: la vittoria!. Riordiniamo le idee: al Palasport di
via Levadello venerdì sera, come già anticipato la scorsa settimana, sono
venuti a farci visita i ragazzi del Prealpino, seconda forza del girone
distanti soli tre punti, quindi molto agguerriti e volenterosi di batterci per
appaiarci al primo posto e rimescolare tutte le possibilità di promozione. In
settimana abbiamo preparato benissimo la partita, studiando nei minimi
particolari le caratteristiche dei nostri avversari evidenziando i punti deboli
nei quali colpire; purtroppo però dall’infermeria non giungono buone notizie
poichè il PASTI è ko per una “misteriosa” febbre  (già ribattezzata dai ragazzi
nello spogliatoio “FEBBRE BIONDA” ehm….volevo dire “GIALLA” …scusa…)
molto alta e debilitante che non ne vuole sapere di passare. Anche il CELLO,
suo sostituto naturale, è alle prese con il “solito” ginocchio sinistro da
tempo “in fiamme” ma,  vista l’importanza della partita, non è certo uno che si
tira indietro ed è regolarmente a disposizione. Considerando che anche il TEZZU
era più pallido del solito per problemi di stomaco…ecco che non si iniziava
certo sotto i migliori auspici. Dopo un piccolo provino pre-gara sono sciolti
gli ultimi dubbi, con Mister Marella che schiera comunque la formazione tipo
con il CELLO sul PASTI e Alfredo TEZZU regolarmente al suo posto. In un
palazzetto da tutto esaurito (veramente bello il colpo d’occhio) la gara inizia
con moltissima tensione, sicuramente giustificata dalla posta in palio e la
nostra squadra fatica ad entrare in partita ed a trovare il giusto ritmo; il
set viaggia equilibrato nel punteggio con più errori che punti spettacolari sia
da una parte che dall’altra con piccoli break e controbreak che vengono
spezzati da un allungo che porta i nostri avversari sul 24-20. Perso il primo
set? Neanche per idea! I ragazzi hanno una reazione d’orgoglio e complici tre
difese strepitose del CELLO sull’oppostone avversario, convertite in punto dal
DANI in contrattacco, ci permettono di riacciuffare il parziale sul 24-24; qui
comincia un set nel set con azioni lunghe e spettacolari ed un susseguirsi di
set point annullati da cardiopalma. Alla fine riusciamo a portarlo a casa noi
per 29-27 con un tasso elevatissimo di tensione agonistica, grazie all’ennesimo
contrattacco del DANI che mette a terra il pallone decisivo (il ragazzo
risulterà il Top scorer alla fine con 14 punti ed il 47%, ma sopprattutto con
una crescente leadership che in campo si sente eccome…bè anche fuori per la
verità…il più “brasiliano” di tutti…); bene nel set anche il Marco BELLINI
che, pur marcatissimo dal muro avversario,  chiude con 13 punti finali e con un
paio di attacchi da “categoria superiore” che fanno esplodere il palazzetto.
Vinto un set così, in rimonta, con gli avversari che hanno mentalmente e
fisicamente speso moltissimo, ci illudiamo che da qui in poi sia una
passeggiata; niente di più sbagliato! nonostante un’ottima partenza (4-1)
l’orgoglio dei ragazzi di Prealpino si fa sentire e subito veniamo
riagguantati, costringendoci a riconcorrere nuovamente per buona parte del set.
A muro non riusciamo a produrre granchè ed a questo punto il Mister decide per
l’ingresso del VITO sul RUZZI per vedere di mettere un pò più di “fisico”
nell’economia della partita; detto fatto subito due muri punto che ci
permettono di stare in equilibrio, ma sono sempre i nostri avversari che
scappano 24-22 ed hanno quindi nuovamente la possibilità di chiudere il
parziale in loro favore. Come nel primo set anche qui troviamo la forza di
lottare e con due fantastiche difese del GIO (molto buona la sua prova
lucidissimo nei momenti importanti) riusciamo a piazzare un parziale di 4-0 (da
cineteca la “bomba” tirata in diagonale stretta dal DANI per il 25-24) che
chiude anche questo set a nostro favore e ci porta su un 2-0 davvero insperato
per come si stavano mettendo le cose.
Qui direi che è sostanzialmente finita la partita perchè perdere due set così
è troppo anche per gente forte ed esperta come i ragazzi del Prealpino; tra i
cori festanti dei nostri tifosi, il terzo parziale si apre infatti con un
nostro largo vantaggio (8-2) che verrà ricucito solo in parte, chiudendosi poi
per 25-20 portando a 5 la striscia di vittorie consecutive, tutte senza perdere
un solo set! la perte del leone qui la fanno il CELLO che, dopo aver ritrovato
il ritmo partita, lascia andare il braccio e piazza 7 dei suoi 10 punti finali,
bravo e decisivo!  ed il TEZZU che nonostante il vomitino, chiude alla fine con
la solita doppia cifra: 12. Capitan MIKE, orfano del suo punto di riferimento
fuorimano, sposta ovviamente molto il gioco sul BELLINI ma è molto lucido
quando si accorge che Marchino “attira troppe attenzioni” e deve fare le scelte
decisive, smarcando il DANI ed il TEZZU che, infatti mettono a terra le palle
importanti; bravo! altro momento di crescita. Sul finale del set spazio anche
al SANGA che si fa decisamente notare: prima per una difesa incredibile
"volando" all’indietro da posto sei e poi per due "missili" in attacco uno dei
quali chiude la partita, molto molto bene. Bè che dire siamo primi, imbattuti,
+8 sulla zona promozione e adesso giochiamo con l’ultima…(si si…Simone…
lo so lo so… il ruggito del Rovizza…ma dai…eh eh eh….SCHERZO!!!
CONCENTRATISSIMI!!!!) cercasi nuovi stimoli!!!
La classifica attualmente recita così:  SAMBAVOLLEY BELLAVITA
CHEORMAIE’PRATICAMENTEINSERIE… PALAZZOLO 15, Prealpino 9, Manerba 8,
Promovolley 7, Villanuova 6, Rovizza 0; come detto venerdì si va a Sirmione col
Rovizza fanalino di coda (e sapremo già i risultati delle altre che giocano
martedì e giovedì…) e posso dire fin d’ora che venerdì 20 col Manerba in casa
si giocherà la partita DECISIVA!!!! Vi aspettiamo numerosi!!!
Ciao a tutti ed alla prossima!!!

Macho

May
2nd
Mon
permalink

Angolo di Macho 02-05-2011

1  Daniele Merola “DANI” 2 Vittorio Franchi “VITO” 3 Marco Bellini “MARCHINO” 4 
Roberto Cadeo “ROBY” 6 Stefano Sangaletti “SANGA” 7 Giovanni Cremaschini “GIO”
8 Andrea Ruzzier “RUZZI” 11 Marcello Martinelli “CELLO” 13 Alfredo Moiana
“TEZZU” 14 Marco Liantonio “PASTI” 22 Michele Pagani “MICHI - il CAPITANO” 23 
Filippo Zugni “PIPPO” 30 Alberto Zilioli “ZIO” più la TRIADE…..CHE SQUADRA
CHE SQUADRA CHE SQUADRA questo SAMBA VOLLEY BELLAVITA PALAZZOLO!!!!!
Mi piaceva iniziare così questo articolo, esaltando il nostro fantastico
gruppo dopo l’ennesima esaltante impresa!!!
Playoff - 4 vittorie su 4 - Zero set persi - avversari spesso troppo “boriosi”
prontamente zittiti - qualcuno offre di più? Noi stiamo ancora aspettando
“quello del formaggio” ma per il solo motivo che adoriamo i latticini….
Bene mi sono sfogato, ora torniamo sul pezzo e parliamo della bellissima
prestazione di venerdì sera nella tana del Promovolley. In un ambiente
caldissimo e non certo per la temperatura (mamma mia che Simpaty erano) i
nostri ragazzi affrontavano una squadra che in questo match si giocava molte
delle chances di promozione e,  forte del netto successo della settimana prima
a Prealpino, spruzzava sicurezza e presunzione da tutti i pori. Mister Marella
schiera i soliti noti e la partita inizia con discreto equilibrio con gli
attacchi delle due compagini che hanno quasi sempre la meglio sulle rispettive
difese. I
Capitan MICHI (cresciuto tantissimo nell’ultimo periodo) nonostante una
ricezione spesso balbettante giostra molto bene i suoi attaccanti e dalle sue
mani morbide si sviluppa un gioco fluido e spesso imprevedibile che permette
alla squadra di accelerare nel momento chiave e aggiudicarsi il primo set per
25-22. Beh con il BELLINI dell’ultimo mese penso che farei ancora bella figura
anch’io al palleggio (si ok lo so sono vecchio non esageriamo…) perché il
nostro “creativo” decide di vincere da solo o quasi il secondo set mettendo per
terra 10 dico 10 palloni consecutivi distruggendo ogni tipo di contromisura dei
nostri avversari; per lui 16 alla fine col 56%, il set termina 25-21 e…via
così 2-0. Stoico anche il PASTI che pur giocando con 39 di febbre ne mette a
terra 14 con buona continuità e bene anche i nostri due addetti alle Pubbliche
Relazioni, il DANI ed il GIO sempre pronti a dar “consigli” a compagni, arbitri
e avversari… . Dove eravamo rimasti? Ah si mi sono distratto anche perchè il
terzo set è più una cavalcata trionfale che altro con RUZZI e TEZZU che a muro
asfaltano gli ultimi buchi sul pavimento e con il CELLO che entra e liscia
l’asfalto di fino, sigillando la vittoria come la volta precedente. 3-0 saluti
e baci a tutti tranne al loro Mister che simpaticamente non stringe la mano a
nessuno di noi e replica un ” ci vediamo al ritorno” ben poco sportivo (beh
forse al ritorno troverà l’U16 perchè noi saremo già in vacanza…). Comunque
ora ci aspetta la partita delle partite, contro quel Prealpino che ha osato
“sporcare” la nostra veste immacolata….mmm sento già il rumore dei nemici…
ben vengano NOI siamo pronti.
Ora vi saluto ma prima…piccola chicca: all’apertura del minivolley a
Desenzano, al passaggio della nostra comitiva  (chiaramente la più bella e
numerosa) sotto la tribuna autorità, la banda ha attaccato con una SAMBA!!!
Raga…non so se era preparata… ma quanto facciamo tendenza? Comunque un pò
tutti gli addetti ai lavori parlavano di questa capolista schiacciasassi….
brividi….
Ciao a tutti ed alla prossima!!!
Macho

Apr
11th
Mon
permalink

ANGOLO DI MACHO, 12/04/2011

Ciao a tutti e ben ritrovati, puntualissimi 
come sempre, pronti per un nuovo 
capitolo nella splendida avventura dei 
ragazzi palazzolesi. 
Come anticipato la volta precedente, 
la squadra questa settimana era impegnata 
nella difficile trasferta di Manerba, 
attesa dallo scontro al vertice con i forti ed esperti avversari, già vittoriosi col 
Promovolley in trasferta, quindi molto temibili ed agguerriti.
Bel palazzetto, cornice di pubblico delle grandi occasioni e clima caldissimo 
fin dal prepartita; tifosi giunti anche da Palazzolo che, seppur in netta 
minoranza, hanno fanno sentire benissimo il loro supporto!
La nostra squadra si presenta all'importante appuntamento finalmente al 
completo, con il GIO rientrato in rosa e i gli "acciaccati" che sembrano aver 
recuperato del tutto dai vari infortuni. 
La partita inizia subito in maniera estremamente equilibrata, con gli attacchi 
delle due squadre che per i primi 10 punti hanno sempre la meglio sulle difese, 
con addirittura nessuna palla rigiocata! segno questo di estrema determinazione 
da entrambe le parti. Questa inusuale situazione viene rotta da un primo break 
del Manerba che ottiene un parziale di 4-0 scappando sul 9-5, in una rotazione 
(P4), che ci ha creato parecchi problemi; evidentemente i nostri avversari 
hanno preparato molto bene il match, studiandoci nei minimi particolari. In una 
situazione che corre sul filo, un gap così parrebbe indirizzare il set verso i 
padroni di casa ma... nessuno dei ragazzi gardesani aveva fatto i conti con la 
nostra voglia di vincere, ed in particolare con uno dei migliori BELLINI di 
quest'anno, che prepotentemente straripante in attacco (11 finali per 67% e 
52% in rice) ricuce lo strappo e ci porta sul 21-18. Ma qui... nessuno molla! e 
dopo un time out (sempre sull'ostica P4) il Manerba rientra 21-21 e il finale 
di set è incandescente: ci pensa però il RUZZI a chiuderlo (ottima prestazione, 
in crescendo di condizione sopprattutto a muro!!!), nella maniera più inusuale 
per lui... al servizio! insidiose traettorie che mandano in tilt la ricezione 
avversaria e ci permettono di chiudere 25-22. Qualche cambio all'inizio del 
secondo parziale nelle file dei nostri avversari che sembrano accusare il colpo 
e la personalità crescente dei nostri ragazzi, trascinati da un ALFREDO TEZZU 
devastante (12 finali con 78%, 5 muri e buchi vari sul taraflex...) e da un 
DANI MEROLA' (un pò opaco in attacco ma ottimo in rice con 68%), che forte 
della sua esperienza in partite di questo livello, tranquillizza e consiglia i 
più giovani nei momenti caldi e trasmette serenità e calma quando il livello di 
gioco raggiunge picchi importanti. In questo secondo set però l"indirizzo" è 
chiaro quasi subito ed il Manerba non è più in grado di reggere il nostro 
ritmo; parziale che chiudiamo in scioltezza per 25-18 e via....2-0 per noi!
Nel terzo ci si aspetta tutti che i nostri avversari mettano in campo le 
ultime energie per un disperato tentativo di rimonta; puntualmente questo 
avviene e, da squadra molto esperta, sembra che la partita non ce la regalino 
assolutamente, ma siamo noi che dobbiamo adarcela a prendere con il coltello 
tra i denti. Partono fortissimo con un bruciante 4-0 che però viene subito 
ricucito da PASTI "VARENNE" che picchia sempre più forte (15 per lui, alcuni 
veramente impressionanti....grazie MICHELA!!!) e il set prosegue molto 
equilibrato. Il caldo fuori stagione e l'intensità della partita "consigliano" 
Mister Marella a qualche cambio con ingressi del ROBY, di SANGA e del VITO, 
tutti estremamente decisivi; chi per una difesa, chi per un ace, chi per un 
muro, cambi che mettono la parola fine a set e partita sul 25-22 e ci 
permettono di volare in testa alla classifica, tanto per cambiare... 3-0 e 
tutti a casa alé. Già...parliamo un pò di questa vera, straordinaria forza 
della squadra in questo anno fantastico...sapete dove sta? Nella PANCHINA!!! 
ROBY, PIPPO, SANGA, CELLO, VITO, ZIO, persone fondamentali che a detta di 
tutti sarebbero titolari in qualunque altra formazione del nostro campionato, 
cosa che peraltro si nota benissimo in allenamento dove queste "riserve" in 
moltissime occasioni "asfaltano" i titolari...; ragazzi che alla luce di un 
grandissimo impegno (che dura ormai da 8 mesi!!!) meriterebbero di giocare 
molto di più! veramente tanti complimenti...bravi. Primato solitario quindi, 
anche alla luce degli atri risultati che recitano così: Villanuova-Promovolley 
3-2 e...sorpresona...Rovizza-Prealpino 3-1!!! Classifica: SAMBA VOLLEY 
BELLAVITA NONCIPRENDONO PIU'PALAZZOLO 6 , tutte le altre dietro e... tanti 
auguri... (Prealpino 3 Manerba 3 Rovizza 3 Villanuova 2 Promovolley 1).
OK OK non toccatevi...euforia finita....dalle 20.15 di stasera 
"concentratissimi" sull'allenamento che ci proietterà alla sfida casalinga di 
venerdì, a questo punto fondamentale e decisiva, con il Villanuova, avversario 
che si giocherà una gran fetta di possibilità di promozione ed arriverà a 
Palazzolo per vendere carissima la pelle, attenti!!!.
Ciao a tutti ed alla prossima!!!!

Macho

Apr
4th
Mon
permalink

ANGOLO DI MACHO, 04.04.2011

Ciao a tutti e ben ritrovati per un'altra 

puntata della nostra seguitissima rubrica. 

Finalmente sono iniziati i playoff ed i ragazzi erano impegnati, 

tra le mura amiche, per l'esordio tanto atteso

 contro l'esperta squadra del Rovizza di Sirmione. 

I nostri, caricatissimi e determinati ad impartire 

l'ennesima "lezione di SAMBA" schierano la formazione 

tipo con unica eccezione, lo ZIO (peraltro uno dei migliori 

in campo alla fine) al posto del GIO, purtroppo alle prese 

con seri problemi familiari; palpabile la tensione nonostante 

la partita sulla carta poteva rappresentare un esordio "soft" 

in quanto gli avversari si erano qualificati per il rotto della 

cuffia all'ultima giornata, strappando a spese del Fiesse, 

per un solo misero punticino, il terzo posto nel girone B, 

ultimo piazzamento utile per la qualificazione. In un'ambiente 

molto caldo e non solo per il tutto esaurito sugli spalti ma bensì 

per un termometro che segna 26°!!! (non voglio nemmeno pensare 

alle sfide di giugno...) inizia la partita. Si comincia con un

discreto equilibrio nel punteggio che dura però solo il tempo 

di un caffè dato che la squadra, trascinata da un PASTI strepitoso 

(20 finali per lui con 53% in attacco su ben 49 palloni 

"picchiati"... veramente forte) si sbarazza della timida 

resistenza degli avversari e conquista il parziale per 25-13

facendo pure qualche errore di troppo sul finale del set. 

Nel secondo parziale la musica non cambia granchè con il DANI 

(12 finali per 63% nonostante il virus che lo aveva debilitato 

in settimana) ed il BELLINI (14 e 68% ottimo! ma... 

GIGETTO... per le diagonali da paura nei 4 metri dovevi 

aspettare che te le suggerissimo NOI GRANDI per farle??? 

Crescere please...) che si affiancano al PASTI nel bucare 

da ogni parte la malcapitata difesa avversaria; 25-16 e partita 

che sembra ben indirizzata per quanto riguarda il risultato finale. 

All'inizio del terzo Mister Marella, dopo un rapido consulto, decide 

di fare dei cambi anche per centellinare le energie per quando 

ce ne sarà più bisogno; dentro il VITO sul TEZZU (al rientro 

pure lui dopo l'infortunio) e ROBY su Marco BELLINI. Qui però 

la squadra si deconcentra un pochino e non certo per colpa dei 

nuovi entrati (ROBY prestazione super con 8 punti nel parziale, 

71% in rice e muro "chiave" nel momento topico, 

determinante! - VITO costante come solito a muro e discreto 

anche in attacco) e permette al Rovizza di scappare 9-13 

prima e 18-21 poi con il rischio di complicare una partita 

sostanzialmente già vinta. Rientra il BELLINI su un DANI

leggermente affaticato ed il brivido dura poco fortunatamente; 

dopo il time out obbligato, Capitan MIKE suona la sveglia, 

facciamo subito un break di tre punti per il 21-21 e, 

nonostante GIGETTO....poi sbagli la battuta....riusciamo a chiudere 

25-22...indovinate con chi? Ma con due muri punto del simpatico 

e "ritardatario" RUZZI, che ha fatto si 5 punti soli 

(con il 75% in attacco...peraltro) ma pesanti come macigni!!! 

ah, ti ricordo "DOLCE e SALATO" sostanzioso grazie... 

3-0 quindi, esordio positivo e pronostico ampiamente rispettato. 

La sorpresona è arrivata non tanto dal 3-1 con il quale il 

Prealpino si è sbarazzato del Villanuova (prima forza dell'altro girone) 

ma dalla sorprendente vittoria, sempre per 3-1, del Manerba 

sul campo del Promovolley (che era dato da tutti in splendida 

condizione psico-fisica e una delle favorite per la promozione). 

Risultato a sorpresa che deve farci stare ancora più concentrati 

dato che venerdì andremo noi a fare visita proprio al Manerba, 

attenti ragazzi!!!

Ora vi saluto e...alla prossima ciao!

Macho

Mar
21st
Mon
permalink

L’ANGOLO di MACHO 21.03.2011

"Finalmente ci siamo tolti la scimmia dalla spalla"

questa è la frase simbolo dell'ultima partita di stagione regolare.

Ho voluto usare quest'espressione curiosa per esorcizzare 

un pochino la sconfitta di venerdì sera in quel di Prealpino, 

dove i nostri ragazzi hanno interrotto la loro fenomenale 

serie positiva che durava da ben 15 partite; 

secondo me una sconfitta che in primo luogo ci sta tutta, 

nel senso che i nostri avversari hanno giocato 

un match quasi perfetto in tutti i fondamentali non lasciandoci 

mai un attimo di respiro martellandoci continuamente 

ad ogni azione con molta precisione e pochissimi errori. 

Sconfitta chiaramente indolore che nulla modifica in vetta 

alla classifica, con il primo posto saldamente da tempo nelle 

nostre mani, ma che ci permette di resettare una certa 

"ansia da risultato" che a livello psicologico stava diventando 

un fardello difficile da sostenere, per ricaricare le energie 

nervose in prospettiva play-off dove le vittorie conteranno, 

ovviamente, molto di più. Tornando alla partita, 

appena arrivati in palestra si respirava subito un'atmosfera 

particolare, da grande sfida, e si leggeva chiaro negli occhi 

dei nostri avversari la voglia di rivincita dopo il secco 3-0 

che rifilatogli la settimana prima. Pubblico molto numeroso 

e "rumoroso" fin dal riscaldamento prepartita che 

sicuramente ha contribuito ad alzare il livello di tensione, 

caricando a mille i propri beniamini, scesi in campo con 

la migliore formazione poissibile e con la rosa al completo. 

Situazione diametralmente opposta quella di Mister Marella, 

alle prese con molte assenze con le quali deve fare i conti 

(e questo non vuole essere un alibi ma solo un dato 

oggettivo...) con una panchina formata dal solo PIPPO 

(e ALFREDO ma per puro spirito di squadra, di fatto 

inutilizzabile) pronto a ricoprire, giocoforza, tutti i ruoli 

all'occorrenza. Assenze pesanti che sicuramente hanno influito 

in maniera determinante nei momenti topici della gara, dove 

necessariamente si doveva cambiare qualcosa ma eravamo 

chiaramente impossibilitati. Nonostante tutto questo il primo 

set è equilibratissimo fin dall'avvio, con le due squadre che 

duellano punto a punto senza esclusione di colpi e, 

nonostante 5 sanguinosi errori al servizio ed un 1/17 

in attacco delle due nostre bande, riusciamo a portare i nostri 

avversari fino ai vantaggi perdendo poi per 26-24, spendendo, 

soprattutto mentalmente, moltissimo. Conto salatissimo che 

alla lunga paghiamo nel secondo set dove teniamo botta 

fino al 17 pari per poi crollare di schianto, momento concomitante 

ad un dubbio fallo di posizione fischiato al DANI che, di fatto, 

fa esaurire le ultime energie rimaste e segna la nostra uscita 

definitiva dalla partita. 25-19 termina il set seguito da un 25-16 

senza storia nel terzo, sono i parziali che fissano il punteggio 

sul 3-0 e chiudono, direi tutto sommato meritatamente, 

la partita in favore dei ragazzi di Prealpino in una bolgia dantesca.

Poco male, sarà sicuramente una sconfitta costruttiva!!! 

ora sotto con il lavoro in palestra già da stasera, 

che il torneo VERO ricomincia il primo di aprile 

con l'esordio nella seconda fase, decisiva 

per la promozione in serie D; obbiettivo che ci giocheremo 

con queste altre cinque squadre: Prealpino, Promovolley, 

Villanuova, Manerba e Rovizza. Sarà ovviamente un percorso 

molto impegnativo che richiederà il massimo impegno 

e sforzo da parte di tutti per non buttare alle ortiche sei mesi 

splendidi per emozioni e sacrifici. 

E... ricordatevi... tra poco si attiverà la cattivissima 

"arma letale"...tremate avversari...vai "JIMMY" !!! 

Ora vi saluto e arrivederci tra 15 giorni, ciao!!!

Macho

Mar
13th
Sun
permalink

ANGOLO DI MACHO, 13/03/2010

Un saluto a tutti e ben ritrovati per la nostra 
immancabile rubrica che ritorna 
dopo una settimana di pausa. 
Dopo il meritato turno di riposo, i nostri ragazzi 
sono tornati in campo e venerdi sera 
hanno affrontato la seconda forza del 
nostro girone, quel temibile Prealpino che ritroveremo nei playoff. 
Sfida di vertice quindi che, nonostante le due squadre siano portate a nascondersi un pò 
in vista delle sfide che contano davvero, ha comunque sempre un suo fascino e 
conta molto a livello psicologico. Noi dal canto nostro, "le carte" le abbiamo 
mischiate per forza, in quanto abbiamo dovuto fare a meno di quattro titolari 
per vari motivi ed abbiamo schierato un sestetto iniziale inedito; Mister 
Marella scrive Pippo in regia con Marco Bellini fuorimano, Vito e Ruzzi al 
centro, Dani e Roby di banda con lo Zio libero. Anche i nostri avversari 
schierano qualche giovane e la partita comincia molto equilibrata con sprazzi 
di bel gioco. Pippo guida sicuro la squadra aiutato dalla splendida forma del 
Dani (20 finali per lui a tratti infermabile!) e dal Bellini a suo agio nel 
nuovo ruolo con bordate pesanti dalla seconda linea; set combattuto fino alla 
fine che riusciamo a fare nostro per 29-27 con un bel finale in rimonta. Nel 
secondo parziale invece la partita si spacca e grazie anche all'ingresso del 
Sanga al servizio (devastante per i ricettori avversari) chiudiamo in 
scioltezza per 25-13. Sopra 2-0 e rimaneggiati ci rilassiamo un minimo e i 
nostri avversari scappano all'inizio del terzo set (anche perché schierano 
finalmente i titolari...) ma riusciamo comunque a rimanere in scia e con uno 
strepitoso finale (due difese da incorniciare, di cui una del miglior Ruzzi 
della stagione a mio avviso) chiudiamo di nervo la partita per 27-25, 3-0 tutti 
a casa ed....."è stato un piacere grazie"(vero Dani?). A margine sottolineo che 
continua instancabile la nostra marcia e la casella GP continua a recitare "0" 
per la gioia di tutto l'ambiente. Ora giocheremo il "ritorno" a Prealpino e poi 
sotto con la fase che conta davvero sperando di recuperare in fretta tutti gli 
acciaccati (le notizie sembrano comunque rassicuranti) per giocarci i playoff 
al meglio. Un saluto a tutti ed alla prossima, ciao!
Macho